Home » Festival » News » "La Strada" nel cielo inaugura Civita Cinema »

"La Strada" nel cielo inaugura Civita Cinema

06 Maggio 2018

Il 19 giugno in occasione dell'inaugurazione della seconda edizione di Civita Cinema (19 - 24 giugno Bagnoregio e Civita di Bagnoregio), il funambolo Andrea Loreni sarà Bagnoregio, dove attraverserà Piazza Cavour sospeso nel vuoto, proprio come fece, nello stesso medesimo punto a Bagnoregio, il funambolo del film 'La strada" di Fellini.
Con una traversata funambolica di Andrea Loreni, funambolo italiano specializzato in traversate su cavo a grandi altezze, si inaugura il 19 giugno a Bagnoregio la seconda edizione di Civita Cinema . Il giorno dell'apertura sarà tutto dedicato a Federico Fellini e al film La Strada, girato proprio a Bagnoregio nel 1956, e per l’occasione Andrea Loreni camminerà sospeso nel vuoto in piazza Cavour, il luogo scelto dal regista per girare la scena dell’esibizione funambolica de “Il Matto” (interpretato da Richard Basehart): una ricostruzione - commentano gli organizzatori del festival - voluta moltissimo dagli abitanti del piccolo borgo.
Sono onorato di poter partecipare alla celebrazione di uno dei film più importanti della storia del cinema italiano - afferma Loreni, recordman italiano per la traversata del 2011 di 250 metri di lunghezza a 90 metri di altezza tra i colli di Penna e Billi in Romagna – e l’occasione di camminare nel cielo in questo luogo meraviglioso mi emoziona ancora di più”.
Non è la prima volta che le imprese del funambolo Andrea Loreni sono legate al mondo del cinema. Nel Il Racconto dei Racconti di Matteo Garrone (2015) è proprio Andrea a camminare sul cavo infuocato nella scena finale del film.
Questa volta, invece, Andrea ripercorrerà le orme del funambolo felliniano, riproponendo esattamente la stessa traversata che si vede nel film.
Alle ore 22 del 19 giugno, il funambolo attraverserà piazza Cavour su un cavo d’acciaio sospeso a oltre 10 metri di altezza, per una camminata nel cielo lunga circa 40 metri.
Civita Cinema, Bagnoregio dal 19 al 24 giugno, trasforma per una settimana il piccolo borgo della Tuscia nel set di un festival innovativo – guidato dai due direttori Vaniel Maestosi e Glauco Almonte - che mette in vetrina la capacità del cinema di unire insieme ogni tipo di arte: fotografia, immagine, regia, recitazione, doppiaggio, montaggio, sceneggiatura, scenografia e molto altro. Un meeting di addetti ai lavori e appassionati, che troveranno un palcoscenico ideale proprio nell'evento, dove sono in programma incontri, proiezioni, eventi speciali, presentazioni, anteprime, incontri con le star. L'evento è uno dei momenti di massima valorizzazione del territorio di Bagnoregio, una delle più significative realtà turistiche del Centro Italia. Circa un milione di turisti ogni anno raggiungono il paese sospeso nella Valle dei Calanchi, che pare sia stato d'ispirazione per Hayao Miyazaki, autore de La città incantata e grande animatore e sceneggiatore di anime: questo sarebbe uno dei motivi per cui oggi molti dall'estremo Oriente arrivano a Bagnoregio. Una bellezza unica, candidata a Patrimonio dell'Umanità.

Chi è Il FUNAMBOLO?
Andrea Loreni
Nato nel 1975 a Torino, laureato in filosofia teoretica con Giuseppe Riconda all’università di Torino. Nel 1997 inizia a fare teatro di strada. Dal 2006 si dedica alle camminate su cavo a grandi altezze. L’intuizione dell’assoluto avuta camminando a grandi altezze lo avvicina alla pratica della meditazione Zen, che approfondisce sotto la guida di Shodo Harada Roshi al tempio Sogen-ji a Okayama, in Giappone.
Nel 2011 Andrea ha stabilito il record italiano nei cieli di Pennabilli, in Romagna, percorrendo 250 metri a 90 di altezza tra i colli di Penna e Billi; mentre a Rocca Sbarua, in provincia di Torino, ha passeggiato a 160 metri da terra.
Speaker per: Università di Milano-Bicocca, TeD x Lecce sul Coraggio; TeD x Bocconi sulle Percezioni, TedxSant'Anna School di Pisa; Eni Petroli sul Rischio; Festival Le parole della montagna sulla Vertigine; Pending Culture, Le murate PAC, Firenze, sulla Sospensione. Ospite di diverse trasmissioni televisive, tra cui Vertigo gli abissi dell’anima e Super Quark Speciale Equilibrio, protagonista del video musicale di Niccolò Fabi per la canzone Solo un uomo. Funambolo su cavo infuocato nella scena finale del film di Matteo Garrone, il Racconto dei Racconti. Andrea ha camminato sopra l’acqua o immerso nel verde delle montagne, per il cinema e la televisione, in piano e in pendenza, in silenzio o accompagnato da suoni che hanno vibrato insieme alla corda. Ha percorso chilometri su un cavo teso nei cieli di numerose città italiane, tra cui Torino, Bologna, Roma, Venezia, Firenze, Genova, Brescia, Trieste, e all’estero camminando nei cieli della Svizzera, della Serbia, in Israele e lo scorso agosto sopra il lago del Tempio di Sogen-ji in Giappone. Per info: www.ilfunambolo.com

Newsletter